Bisogni Educativi Speciali

Con il termine BES (Bisogni Educativi Speciali) si fa riferimento ad una vasta area di alunni con condizioni fisiche, psicologiche e sociali che richiedono una speciale attenzione a livello scolastico.


L'area dei Bisogni Educativi Speciali comprende diverse categorie:


Queste condizioni, qualora presenti, richiedono specifiche considerazioni pedagogiche e didattiche individualizzate.

Vediamo, più nel dettaglio, le diverse categorie:


Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA)

Clicca qui per andare alla sezione specifica


Disturbo Specifico del Linguaggio (DSL)

disturbo caratterizzato da una esclusiva difficoltà linguistica: l'unica area colpita è quella della “parola”. Le difficoltà possono riguardare diverse competenze, in comprensione e/o in produzione e possono presentarsi in associazione tra loro o coinvolgere un'unica area del linguaggio (ad es. pronuncia, vocabolario, grammatica). Molto spesso, in presenza di disturbi nell'apprendimento è presente un ritardo del linguaggio mai diagnosticato.

E' necessario rivolgersi ad un esperto se il bambino mostra difficoltà in una o più delle seguenti abilità:

Gli specialisti, attraverso una serie di osservazioni, colloqui e strumenti specifici (es. batterie testali), valutano la presenza di un'eventuale difficoltà nel linguaggio e, se necessario, propongono trattamenti individualizzati. Si occupano, inoltre, di contattare la scuola e di fornire consigli utili alle insegnanti e ai familiari, per supportare le difficoltà del bambino in tutti i contesti di vita.


Disturbo della Comprensione del testo

disturbo caratterizzato da una difficoltà nel cogliere il significato di ciò che il bambino sta leggendo. Non va confuso con la Dislessia: non riguarda infatti la capacità di decifrare un testo.

E' necessario rivolgersi ad un esperto se il bambino mostra difficoltà in una o più delle seguenti abilità:

L'equipe dopo un'accurata valutazione, attraverso colloqui e questionari specifici, valuta l'eventuale presenza di una significativa compromissione delle abilità di comprensione e la necessità di un trattamento volto principalmente ad incrementare le abilità metacognitive.

Gli specialisti, quando necessario, possono inoltre redigere una relazione in cui vengono date specifiche indicazioni pedagogiche ed educative.


Disturbo dell'attenzione con o senza iperattività

disturbo del comportamento caratterizzato da inattenzione, impulsività e iperattività.

In particolare, è necessaria una consulenza dell'esperto se nel bambino si rilevano una o più di queste condizioni:

L'equipè specialistica attraverso una serie di colloqui clinici e di strumenti specifici (batterie testali) valuta in modo approfondito la presenza di un'eventuale condizione di disagio e, se necessario, propone trattamenti specifici volti a migliorare le capacità di concentrazione e a ridurre l'impulsività.

Gli specialisti incontrano anche i genitori al fine di fornire le migliori indicazioni per facilitare la relazione con il bambino e il suo benessere. Valutano, inoltre, la possibilità di confrontarsi con la scuola (anche con il supporto di una relazione scritta) al fine di creare un contesto il più possibile facilitante il miglior adattamento del bambino.


Disturbi lievi dello spettro autistico

è un disturbo definito da diverse caratteristiche. E' necessario consultare un esperto se il bambino presenta:

L'equipe dopo una attenta valutazione penserà ad un'eventuale presa in carico e progetterà un lavoro diversificato che possa aiutare il bambino su diversi fronti. Penserà ad un lavoro che possa essere anche di supporto alla famiglia e sarà disponibile per un'eventuale incontro con le insegnanti e le diverse figure di riferimento.


Disturbi della coordinazione motoria

è un disturbo nel quale le prestazioni in compiti di coordinazione motoria sono significativamente al di sotto del livello atteso rispetto all'età e al livello atteso.

Anche in questo caso è consigliato consultare uno specialista se il bambino mostra:


Dopo un'attenta valutazione lo specialista può pensare ad una presa incarico che vada a lavorare sugli ambiti dove il bambino mostra maggiori difficoltà, per consentire uno sviluppo armonico. inoltre lo specialista può dispensare consigli alla famiglia e alla scuola per consentire una migliore integrazione del bambino e dei maggiori progressi anche nelle autonomie personali e in attività in famiglia


CHANGE - Centro di Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Minds - Psicologia per la Coppia e la Famiglia
Mama-o